L.B.C. srl
Società di mediazione assicurativa dal 1977


"...Il broker, per il suo cliente, è il consigliere fiduciario cui, in forza di tale rapporto, viene affidata la cura e la gestione degli affari assicurativi con specifico mandato."

Codice deontologico Aiba



La Nostra storia

Nata nel 1977 L.B.C. srl offre ai propri clienti un'esperienza nel ramo assicurativo di ben 40 anni.
Negli anni abbiamo saputo adattarci alle sempre più crescenti necessità della clientela e ci siamo resi più dinamici grazie all'inserimento di forze giovani nei settori più competitivi.

A differenza dell'agente di assicurazioni, il broker non ha vincoli di esclusiva con alcuna compagnia, e non è pertanto vincolato da impegni di sorta.

La nostra missione è quella di effettuare un'attenta analisi del mercato assicurativo e offrire alla nostra clientela soluzioni assicurative personalizzate.

1Cosa significa broker assicurativo?
Quando si parla di broker assicurativo si intende un intermediario che agisce nel campo delle assicurazioni. Si tratta dunque di una figura professionale che si assume il compito di mediare tra i propri clienti e le compagnie allo scopo di proporre una soluzione che soddisfi entrambi.
2Come opera un broker assicurativo?
L’attività di questi mediatori regolamentata dal Nuovo Codice delle Assicurazioni redatto nel 2006 dall’ISVAP (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni Private), ora denominato IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) e prevede un vero e proprio codice comportamentale che è vincolante per poter esercitare la professione. Sono diversi gli obblighi a cui deve sottostare un broker o una società di brokeraggio e innanzitutto figura l’obbligo della riservatezza nei confronti delle informazioni ricevute dai clienti. Vigono naturalmente le regole generali stabilite dal Codice Civile per quel che riguarda i contratti tra privati, ma questi professionisti sono tenuti anche all’obbligo di trasparenza, correttezza e diligenza, sia nei confronti dei clienti che in quelli delle compagnie assicurative. Per i broker non vi deve essere altro interesse da tutelare che non quello dei clienti e perciò devono provvedere a informarli adeguatamente su ogni aspetto delle polizze che sottopongono loro, ma soprattutto devono valutare attentamente le loro esigenze e cercare dei prodotti che siano in grado di soddisfarli pienamente.
3Quali sono i vantaggi?
Rivolgersi a un broker diventa così un’operazione che si dimostra particolarmente conveniente per chi deve stipulare una o più polizze, rivolgendosi infatti a un agente monomandatario, per quanto si possa contrattare sulle condizioni di copertura e sui premi da pagare, si ricava solo una visione molto ristretta delle offerte del mercato assicurativo.